Cellule staminali: di cosa si tratta? Caratteristiche e classificazioni

Le nostre novità

Le nostre novità

Cellule staminali: di cosa si tratta? Caratteristiche e classificazioni

A cura di: Ufficio Stampa Sorgente

<!--{ImageAlt}-->

Sempre più spesso si sente parlare di cellule staminali e di come esse vengano utilizzate in campo medico. Televisioni, radio e giornali affrontano il tema con sempre maggiore frequenza. Nasce quindi spontaneo interrogarsi su che cosa siano le cellule staminali  e su quale possa essere il loro impiego. Le cellule staminali possiedono tre caratteristiche esclusive:

- Non hanno un’identità funzionale definita, pertanto si dicono indifferenziate

- Sono capaci di autorinnovarsi, replicando se stesse danno cioè vita a nuove cellule staminali

- Sono in grado di generare tutte le cellule che costituiscono un individuo adulto[1].

La popolazione di staminali è molto ampia e in essa si differenziano cellule con diverse capacità:

- Staminali totipotenti: in grado di generare tutte le cellule di un individuo, senza escludere quelle degli annessi extraembrionali, come ad esempio la placenta.

- Staminali pluripotenti: possono generare tutte le cellule di un individuo ad esclusione di quelle dei tessuti extra embrionali.

- Staminali multipotenti: originano più tipi di cellule ma entro una determinata funzione. Tra di esse troviamo le cellule ematopoietiche (le staminali del sangue) che rigenerano tutte le cellule della linea ematica ad esclusione di quelle del cervello.

Un’altra classificazione individua le cellule staminali sulla base della loro sede di origine:

- Staminali embrionali: cellule pluripotenti presenti nell’embrione[2], la cui raccolta implica la distribuzione dell’embrione stesso; pertanto l’utilizzo di tali cellule va incontro ad accesi dibattiti di natura etica.

- Staminali del cordone ombelicale: cellule multipotenti presenti nel sangue del cordone, che si possono raccogliere in modo del tutto indolore e sicuro per la salute del bambino e della madre. Questa seconda tipologia di staminali quindi, in nessun modo può essere associato a questione etiche, che si accendono solo in presenza di staminali embrionali.

- Staminali adulte: virtualmente presenti in tutti i tessuti e in tutti gli organi che formano un soggetto adulto. In particolare sono le staminali adulte ematopoietiche (che originano tutte le cellule del sangue) e quelle mesenchimali (che generano più tipi di cellule, ad esempio cellule adipose e cartilaginee[3]) ad essere maggiormente utilizzate clinicamente.

Le cellule staminali sono quindi da considerarsi un patrimonio biologico, virtualmente in grado di generare ogni organo o tessuto di un individuo.

Ogni mese realizziamo incontri gratuiti: chiamaci per fissare un appuntamento

Scoprine di più su www.sorgente.com

[1] Thomson, J.A., et al., Embryonic stem cell lines derived from human blastocysts. Science, 1998.

282(5391): p. 1145-7.

[2] Menendez, P., et al., Human embryonic stem cells: potential tool for achieving immunotolerance?

Stem Cell Rev, 2005. 1(2): p. 151-8.

[3] Ikada, Y., Challenges in tissue engineering. J R Soc Interface, 2006. 3(10): p. 589-601.

News

Vedi News