Cos'è l'Acido Ialuronico?

Le nostre novità

Le nostre novità

Cos'è l'Acido Ialuronico?

Scopriamo cos’è l’acido ialuronico e quando va utilizzato. Per maggiori informazioni, contattaci.

acido_ialuronico

Infiltrazione di acido ialuronico o visco-supplementazione

L'acido ialuronico è il componente principale del liquido sinoviale. Agisce come lubrificante, portatore di sostanze nutritive ed è inoltre ammortizzatore, proteggendo così le articolazioni e le ossa dai danni che possono derivare da forze esterne. Nell'osteoartrite, la concentrazione e il peso molecolare dell'acido ialuronico si modificano riducendo la sua efficacia.

L'iniezione di acido ialuronico direttamente nell'articolazione dolente per condropatia , una tecnica chiamata viscosupplementazione, è comparsa negli anni 80. Riduce il dolore e migliora la funzione articolare. Questo trattamento è particolarmente raccomandato per l'artrosi non solo iniziale del ginocchio e sta iniziando a essere raccomandato per l'artrosi dell'anca e l'osteoartrosi digitale.

Un'infiltrazione di acido ialuronico consiste nell'iniettare un prodotto viscoso che ristabilisce le proprietà visco-elastiche articolari, una riduzione dell'attrito la cui conseguenza prevista sarà quella di ridurre il dolore.

L'osteoartrosi è una malattia della cartilagine che copre entrambe le estremità di un’articolazione. Questa malattia può essere primitiva quando non viene trovata alcuna causa (molte articolazioni saranno colpite) o secondaria a un trauma, oppure per superlavoro dell'articolazione. Questa malattia aumenta con l'età ed è caratterizzata dalla degenerazione della cartilagine, il cui spessore si ridurrà soprattutto nelle aree di carico; questa diminuzione è visibile anche su semplici radiografie. Questa riduzione della cartilagine porta a un aumento dell'attrito per minore elasticità articolare. Il liquido sinoviale non è di qualità e quantità sufficiente per garantire una buona lubrificazione.

Sono necessarie da una a cinque iniezioni. Le iniezioni sono distanziate tra 8 e 30 giorni a seconda del tipo di articolazione e acido ialuronico. Questo trattamento sarà ripetuto anche 2 o 3 volte all’anno.

Esistono in commercio diverse formulazioni di acido ialuronico: quelli a medio – basso peso e quelli a medio alto peso molecolare: hanno una proprietà biologica, lubrificante e ammortizzante; esistono acidi ialuronici cross-linkati che hanno capacità lubrificante e ammortizzante; esiste inoltre un acido ialuronico di 4 generazione HYADD 4 che ha una efficace capacità ammortizzante e lubrificante associata ad una buona efficacia biologica (ciò rende adatta la molecola agli atleti)

In caso di versamento articolare, potrebbe essere necessario eseguire un’artrocentesi e infiltrazione di corticosteroidi diversi giorni prima dell'iniezione di acido ialuronico.
Un rigoroso protocollo antisettico sarà usato sistematicamente. L'ago viene introdotto di fronte o lateralmente, quindi l'articolazione verrà mobilizzata delicatamente in modo che il liquido iniettato si diffonda all'area danneggiata.

Nella stragrande maggioranza dei casi questo semplice gesto è ben vissuto, anche se talora la penetrazione dell'ago nella pelle può essere dolorosa.

Precauzioni prima dell’infiltrazione

È importante riferire al medico qualsiasi episodio febbrile, eventuali infezioni, lesioni cutanee inquinate (ferita in particolare), assunzione di aspirina e/o anticoagulante nei giorni precedenti l'esame, eventuali allergie.

Lo stesso giorno e se possibile il giorno successivo é utile stare in riposo.
Evitare manovre forzate e gesti ripetitivi nella vita professionale e durante le attività sportive. Quindi, viene consigliata una leggera attività fisica tra ogni iniezione (ad esempio l’uso della bicicletta). L'effetto non si manifesterà fino a dopo alcuni giorni o settimane.
Possibili reazioni sono rare e il dolore più comune è quello nel sito di iniezione.

Applicare ghiaccio per 10 minuti, 4 volte al giorno.
Se necessario prendere paracetamolo come prescritto dal medico.
Meno comune, ma può accadere una reazione infiammatoria del ginocchio: gonfiore e/o dolore.
Caso rarissimo: gonfiore del ginocchio 24 a 48 ore dopo l'iniezione.
È necessario contattare il medico in caso di infiammazione associata a febbre.

News

Vedi News